Home | Alessandra Zambelli dice stop al volley giocato

Alessandra Zambelli dice stop al volley giocato

ROMA – Dopo oltre vent'anni di attività a livello professionistico Alessandra Zambelli ha deciso di dire basta. Dopo tanto vagare per campi e città di tutto il mondo l'ex capitano della nazionale ha trovato la sua nuova meta. A Roma Alessandra, dove ha militato in A2 lo scorso campionato, ha conosciuto Andrea. È stata la pallavolo a farli incontrare, così tra una partita e un allenamento è sbocciato l'amore. Il destino le ha riservato un bello scherzo. Roma è stata fatale per il cammino della faentina. "Roma non rappresenta una tappa, ma una fermata molto lunga. L'idea è quella di sposarmi entro un anno e metter su famiglia. E poi qui ho anche la possibilità di fare qualcosaltro che non sia pallavolo". Da settembre lavora, infatti, nel Fonte Roma Eur, un centro sportivo nella zona sud della Capitale. A trentasette anni Alessandra ha deciso di cambiar vita. Dalla pallavolo ha preso, anzi come dice lei ha "strapreso" tutto. In sedici anni di militanza a Ravenna ha vinto 8 scudetti, 2 Coppa Campioni, 4 Coppa Italia. In dieci anni di nazionale ha collezionato 231 presenze, conquistando una medaglia di bronzo agli Europei di Stoccarda nel 1989. Venti anni tra serie A1 e A2, vestendo le casacche di Ravenna, Napoli, Busto Arsizio, Forlì, Imola, e Roma. E alla domanda cosa vuol fare da grande Alessandra Zambelli, la risposta è stata serafica: "La moglie e la mamma". Auguri e figli maschi.

L’autore - Chi è Redazione

Settimanale d'informazione del Centro Sportivo Italiano Comitato di Ravenna

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. I campi contrassegnati sono obbligatori *

*

BIGTheme.net • Free Website Templates - Downlaod Full Themes