Home | Allarme: bevande energetiche sotto accusa

Allarme: bevande energetiche sotto accusa

ROMA – Ancora sotto accusa gli energy drink. ''Aumentano la pressione arteriosa oltre a fornire più energia'', rivela uno studio presentato il 6 novembre al congresso dell'American Heart Association. ''Bastano due lattine al giorno delle più comuni bibite energizzanti per avere rialzi pressori'', rivelano i ricercatori della Wayne State University. ''E se nelle persone sane questi sbalzi di pressione non costituiscono un pericolo per la salute – aggiungono – in chi è affetto da patologie cardiache o consuma troppi drink ogni giorno, la situazione può diventare seria''. Tanto che gli scienziati suggeriscono ''agli ipertesi o a chi soffre di patologie cardiache di evitare del tutto questo genere di bevande''. Molti energy drink contengono infatti alti livelli di caffeina e taurina, un amminoacido presente anche negli alimenti proteici come carne e pesce. Un mix capace di aumentare, nell'arco dei sette giorni di osservazione, dal 7,9% al 9,6% la pressione sistolica a quattro ore dal consumo della bibita. Mentre il valore della pressione diastolica ha segnato oscillazioni variabili tra il 7% e il 7,8%. Aumenta anche la frequenza del battito cardiaco, passata da un +7% il primo giorno a un +11% del settimo. Rilevazioni riscontrate dai ricercatori in un campione di 15 volontari sani e giovane (età media 26 anni).

L’autore - Chi è Redazione

Settimanale d'informazione del Centro Sportivo Italiano Comitato di Ravenna

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. I campi contrassegnati sono obbligatori *

*

BIGTheme.net • Free Website Templates - Downlaod Full Themes