Home | Come Maradona? No, é più bravo!

Come Maradona? No, é più bravo!

LECCO – Un ragazzino di dodici anni, Dario Crippa, della squadra Ragazzi del Villa San Carlo (campionato di calcio del Csi) (Lecco), è stato protagonista di un gesto sportivo nell'ultimo turno di campionato: dopo essersi visto convalidare un gol in realtà segnato con la mano, il giovane è corso dall'arbitro, rivelandogli l'accaduto e ottenendo l'annullamento della rete. Dario che, nella gara tra la Virtus Bellano (Lecco) e la sua squadra, prima giornata del torneo autunnale della categoria Ragazzi, ha segnato il gol del 2-0, mandando però il pallone alle spalle del portiere Francesco Arrigoni aiutandosi con la mano. Un gesto, questo, di cui Dario si è subito pentito. Al punto da correre dall'arbitro Ivano Moioli, che non si era accorto di nulla e aveva già indicato il cerchio di centrocampo. E così lo stesso direttore di gara si è unito agli applausi per il ragazzino. Il più orgoglioso del gesto di Dario, che vive nella frazione di Valgreghentino e frequenta la classe seconda alla scuola media di Olginate, è stato il papà Enrico Crippa, che del Gso Villa San Carlo è il guardalinee e ha dunque seguito la scena da bordo campo, con la bandierina in mano. Per la cronaca, il Villa San Carlo ha poi perso la partita con il punteggio di 3-2. Ma nessuno ha voluto recriminare per una vittoria che poteva arrivare ed è invece sfuggita anche per la correttezza del proprio bomber.

L’autore - Chi è Redazione

Settimanale d'informazione del Centro Sportivo Italiano Comitato di Ravenna

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. I campi contrassegnati sono obbligatori *

*

BIGTheme.net • Free Website Templates - Downlaod Full Themes