Home | GP Atletica: Via col vento, e con i primi record!

GP Atletica: Via col vento, e con i primi record!

CASTELNUOVO NE' MONTI (RE) – Il saluto del sindaco di Castelnovo ne’ Monti, Gianluca Marconi, e quello del presidente del Csi Massimo Achini, che, dopo aver commemorato la figura di Amedeo Becchi, cui è intitolato il 12^ Gran Premio di atletica, ha definito l’ evento conclusivo della stagione “un meeting di incancellabili emozioni, da vivere insieme a tanti campioni, se non sul tartan, essenzialmente nella vita” hanno fatto da prologo ai lanci ai salti e alle numerose batterie della velocità. Non é Berlino, ma Castelnovo ne’ Monti regala comunque un colpo d’occhio sensazionale. Sotto lo sguardo della Pietra di Bismantova sfilano i “mille”, divisi per la cerimonia inaugurale nelle 11 regioni di appartenenza, rappresentando 29 comitati e 83 società. La delegazione lombarda é la più nutrita con 360 finalisti, capeggiati dagli atleti della Rigoletto Mantova che da quattro anni consecutivi, ormai, si aggiudica il titolo a squadre. Numerosa anche la rappresentativa veneta (233 atleti), seguita dall’Emilia Romagna (154) e dal Trentino (130). A livello provinciale, le rappresentanze più folte arrivano da Vicenza (152 atleti), Trento, Reggio Emilia, Mantova, Milano e Lecco. La società con il maggior numero di iscritti è l’Atletica Rigoletto di Mantova (89), seguita dai padroni di casa dell’Atletica Castelnovo Monti (50) e dei lariani dell’Albatese (43). Le prime maglie scudettate parlano emiliano. Giulia Mattioli del Csi Modena fissa il nuovo record associativo nei 1000 cadette chiudendo la sua gara in 3’08”62. La sua compagna di squadra, la seniores Ilaria Fiorillo, più tardi diventa la primatista Csi nei 400 metri con il tempo di 1’06”78. Tra gli esordienti i più felici sono i padroni di casa, in maglia Atletica Castelnovo ne Monti: la piccola Sofia Rinaldi ha vinto nei 50 metri, sprintando in 7’77, Riccardo Mornini in 7’64. Un altro record lo fa registrare il cadetto molisano Piermarco D’Angelo della Virtus Campobasso, che migliora se stesso scendendo a 6’02”62. Tra i ragazzi è Simone Vitali della Pol. Bellano Lecco il nuovo recordman arancioblu: il suo getto ha raggiunto i 16,10, un metro oltre il precedente primato. In serata arriva la bella performance della vicentina Chiara Renso, in maglia Atletica Dueville, che chiude i 3000 cadette in 10’21”. Alle ore 20, prima delle ultime gare in notturna, sul podio sono stati assegnati 40 ori. Undici sono rimasti in Emilia, 8 per i casalinghi reggiani, 3 per i vicini modenesi. Otto i campioni nazionali della Lombardia: sono 3 mantovani, 2 comaschi, uno per Brescia, Lodi e Lecco. Esordio positivo anche per i colori del Veneto: 6 ori vicentini e tre veneziani. Trento conta 4 primi posti dopo le prime dieci ore di gare. Due successi anche per Campobasso e Massa Carrara, un titolo per Savona e Medio Campidano. All’insegna dell’integrazione, il meeting nazionale Csi ospita anche quattro atleti ipovedenti comitato di Lucca con relative guide – Stefano Gori (classe 1960), Paolo Piccolo (nato nel 1987), Andrea Piccolo (del 1982) e Antonio Vellutini (1960) – che si misureranno insieme ai cosiddetti normodotati per quanto riguarda i lanci mentre gareggeranno in una categoria specifica nelle gare di corsa (un atleta correrà con guida). Questa presenza, peraltro non nuova proprio nell’atletica, è l’occasione privilegiata per dare avvio concreto all’attività della Commissione “Sport e disabili” voluta dal Consiglio Nazionale del Csi e che ha mosso i primi passi proprio nei mesi scorsi. “E’ fondamentale- spiega Anna Maria Manara, referente della neonata commissione – che non siano previste manifestazioni specifiche per i diversamente abili, ma anche quando è necessario prevedere delle categorie apposite, le gare si svolgano nella stessa manifestazione per consentire una vera inclusione ed un arricchimento reciproco. L’occasione del Gran Premio di atletica sarà anche l’occasione per far conoscere alle società presenti questa “possibilità” di ampliare la loro proposta sportiva all’insegna proprio dello Sport per tutti, slogan storico ma sempre attuale della nostra Associazione”. L’atletica leggera sarà proprio una delle attività sulla quale si punterà nel prossimo anno e, a breve, verrà strutturata una proposta concreta e realizzabile per i comitati territoriali e regionali.

L’autore - Chi è Redazione

Settimanale d'informazione del Centro Sportivo Italiano Comitato di Ravenna

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. I campi contrassegnati sono obbligatori *

*

BIGTheme.net • Free Website Templates - Downlaod Full Themes