Home | Formazione | Pensieri e Parole | Grande storia di una piccola società CSI di parrocchia come tante
Grande storia di una piccola società CSI di parrocchia come tante

Grande storia di una piccola società CSI di parrocchia come tante

Anni 60 inizia un lungo cammino

La U.S. TACCINI è stata fondata il 1 settembre del 1961 con delibera della giunta parrocchiale della Parrocchia “Madonna Pellegrina” sita a Modena in Via Don Minzoni 208, presieduta dal Parroco Don Ivo Cassiani. La società sportiva U.S. TACCINI ha a lungo rappresentato un momento di crescita umana, sportiva e spirituale per i ragazzi e le ragazze che frequentavano l’oratorio parrocchiale. L’attività della U.S. TACCINI si è concentrata soprattutto nelle discipline sportive di calcio e pallavolo e in piccola parte di atletica e tennis tavolo. Numerose le squadre di calcio e pallavolo che negli anni non hanno fatto mancare anche qualche soddisfazione agonistica raggiungendo anche risultati sportivi di rilievo. Nel 2006 la Taccini è stata insignita dell’importante riconoscimento del Discobolo d’oro del Centro Sportivo Italiano, associazione a cui ha legato tutta la sua storia.

La bella storia del colori sociali

I colori sociali della U.S. TACCINI sono diversi da calcio a pallavolo. Nel calcio i colori sociali sono il granata con risvolti bianchi, non in onore del Grande Torino, ma semplicemente perché la perpetua della parrocchia, la “Signora llde”, trovando un cospicuo stock di lana di quel colore imbastì, nel lontano 1961, una per una tutte le maglie che sarebbero servite per giocare (sino alla fine degli anni settanta). Nella pallavolo il colore sociale è il rosso carminio con risvolti bianchi, perchè chi andò a comperare le prime magliette, non conoscendo il colore granata, si spiego male e chiese al negoziante “un tipo di rosso particolare” uscendone con semplici magliette rosse. Questa distinzione rimane a distanza di cinquantanni.

Testimonianza

Chi ha vissuto la Taccini da sportivo e da “pellegrino” (da Madonna Pellegrina) ha visto segnato la sua vita in modo determinante. La Taccini ha formato e educato generazioni di giovani, è stata un ‘autentica e forse unica società sportiva al servizio dei giovani e inserita totalmente nell’ attività pastorale della Madonna Pellegrina. Rispetto al passato è cambiato l’impostazione del “reclutamento”, una volta chi giocava nella Taccini doveva frequentare in modo serio la parrocchia e passare sotto le “grinfie” di Don Ivo per avere il placet. Ci sono stati anche momenti difficili perché non sempre si accettavano i metodi decisi del Don, ma da quella impostazioni sono usciti degli ottimi sportivi e dirigenti sportivi. Oggi viviamo la società sportiva raccogliendo i frutti di tanto lavoro, gli obiettivi della società sono sempre gli stessi, cioè un luogo di formazione e di educazione attraverso lo sport, ma ci si è adeguati ad un approccio ed allo svolgimento dell’attività con metodi consoni ai tempi che stiamo vivendo.

Che cosa è oggi la Taccini?

La Taccini oggi è una società sportiva che mette al primo posto l’educazione dei giovani attraverso la pratica dello sport. Il miglioramento tecnico e agonistico viene perseguito con impegno, ma certamente

non è l’obiettivo primario. La società è aperta a tutti coloro che vogliono aderire indipendentemente dalle proprie capacità sportive, bravi o “brocchi”. Tutti hanno lo spazio per giocare: in ugual modo nessuna “pressione” viene fatta se qualcuno vuole andarsene, chi gioca nella Taccini deve essere convinto di farlo con entusiasmo. I nostri allenatori sono tutti volontari e riusciamo a fare attività con il contributo di tutti gli atleti senza l’obbligo di sponsorizzazioni a volte vincolanti.

I valori su cui puntare per il futuro?

Lo sport è ottimo mezzo per educare i giovani nella misura in cui la società sportiva riesce a dare una valenza educativa all’ attività attraverso la creazione di un ambiente che curi la formazione dei dirigenti e degli allenatori. Lo sport può essere anche diseducativo se si perseguono valori sbagliati e si trasmettono una idea distorta della pratica sportiva. L’altruismo, lo spirito di squadra, il sacrificio, l’umiltà nella sconfitta, la gioia nella vittoria sono tutti valori che lo sport può far vivere in prima persona.

L’autore - Chi è Redazione

Settimanale d'informazione del Centro Sportivo Italiano Comitato di Ravenna

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. I campi contrassegnati sono obbligatori *

*

BIGTheme.net • Free Website Templates - Downlaod Full Themes