Home | Attività Sportiva | Altri sport | I parchi come palestra all’aria aperta

I parchi come palestra all’aria aperta

È ormai terminata l’iniziativa “Io Fuori Gioco” promossa dal Comune di Ravenna e dai comitati territoriali CSI (che ne è capofila), ARCI e UISP. Un progetto pilota che si svolgerà tutti i martedì e i giovedì d’ottobre dalle ore 15 alle ore 17 presso i Giardini Pubblici di Ravenna, tenuto da istruttori ed animatori qualificati che faranno svolgere attività ludico motorie gratuite ai bambini dai 6 agli 11 anni. Un progetto fortemente voluto dall’Assessore allo Sport e all’Ambiente del Comune di Ravenna, Guido Guerrieri, con uno scopo ben preciso «i bambini devono fare tutti attività fisica, non necessariamente organizzata, ma anche in modo libero e vario godendo di tutti i vantaggi che l’attività fisica porta con sé, per il corpo e per la mente» con una forte valenza sociale ed educativa in quanto «riporterà i bambini a fare attività fisica e a giocare all’aperto, trascorrendo il tempo in modo più divertente, creativo e sano di quanto non accadrebbe davanti a un videogioco.». Lo scopo a lungo termine inoltre è ambizioso, e ci riporta un po’ al passato: «riappropriarsi di un luogo del territorio in cui i bambini vivono e fare nuove amicizie all’interno del proprio quartiere».

Proprio per questo l’auspicio di tutti è che tale iniziativa possa in futuro essere promossa anche in altri parchi o centri di aggregazione, data la sua importanza in senso di rapporto col territorio. Fino ad una quindicina di anni fa era normale vedere i bambini giocare a palla per la strada (tra gli improperi degli automobilisti) o nei parchi (qui con immensa gioia da parte dei custodi), situazioni oggi rare se non inesistenti. Al giorno d’oggi purtroppo i ragazzi sono abituati a rimanere in solitudine utilizzando la tecnologia per rimanere in contatto tra di loro (o ancora peggio, per crearsi identità fasulle per apparire diversi al mondo che li circonda), ma deve essere obiettivo delle Amministrazioni, degli Enti e delle Associazioni trovare strumenti che aiutino a superare questo aspetto dell’emergenza educativa che il nostro tempo sta attraversando. Questa iniziativa deve quindi farci riflettere e osservare, comprendere e scegliere. Il rapporto tra i cittadini e il territorio inizia da bambini, ed invitandoli a vivere gli spazi pubblici e centrali delle città occupando parchi e piazze possono trasformare il luogo in cui abitano un centro vivo e vitale. Anche perché possiamo “usare”, perdonate il termine, i bambini per dare nuova linfa anche alla famiglia coinvolgendo genitori, nonni, zii in queste attività dapprima come semplici accompagnatori e in un secondo momento come attori in un processo che non deve avere fine. Come Centro Sportivo Italiano crediamo che il gioco e lo sport siano strumenti privilegiati in questo, essendo strumenti che possono portare regole e i valori nei bambini per promuovere l’identità sportiva e culturale del nostro Paese.

Lo sostiene Andrea Lami, presidente del Comitato territoriale CSI: «Lo sport nella sua veste ludica gioca un ruolo sociale cruciale nell’educare i più giovani ai valori, al lavoro di gruppo, al rispetto delle regole e nell’integrare individui e gruppi diversi all’interno di una stessa comunità». Per noi comunque significa “diventare missionari” portando negli spazi pubblici tutti i princìpi ideali e le competenze che troviamo negli oratori parrocchiali, in questo caso non all’ombra di un campanile ma all’ombra della “torre civica”. Attualmente la nostra Amministrazione comunale racchiude le deleghe Sport e Ambiente sotto un unico Assessorato, quindi speriamo di partite avvantaggiati in un processo di rinnovamento del movimento sportivo sul nostro territorio, che coinvolga gli spazi pubblici e l’ambiente che ci circonda. Ripartendo dalle basi forse si potrà anche fondare una generazione di futuri atleti, tecnici o dirigenti che aiuteranno il mondo dello sport ad avere un’immagine sempre di come portatore di valori e non solo come luogo in cui apparire e sconfiggere l’avversario ad ogni costo.

L’autore - Chi è Redazione

Settimanale d'informazione del Centro Sportivo Italiano Comitato di Ravenna

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. I campi contrassegnati sono obbligatori *

*

BIGTheme.net • Free Website Templates - Downlaod Full Themes