Home | Il GPN di tennistavolo del CSI compie 10 anni

Il GPN di tennistavolo del CSI compie 10 anni

LIGNANO SABBIADORO (UD) – Lignano attende da giovedì 22 fino a domenica 25 aprile i finalisti del 10° Gran Premio Nazionale di Tennistavolo Csi, storico sport nell’associazione arancio blu. Si tratta di uno degli eventi con più tradizione nell’associazione e tra i più affermati nel panorama pongistico italiano: saranno 386 gli atleti (330 maschi, 56 femmine) che si contenderanno il titolo di campione nazionale nelle 18 categorie (9 maschili e 9 femminili ) che dai Giovanissimi, arrivano sino alla categoria Eccellenza, dove possono giocare pongisti classificati nel rankling federale tra i primi 700 in Italia e le giocatrici in classifica nazionale nella Fitet. Molte le novità del decennale del Gran Premio. Prima fra tutte l’ingresso, con il nuovo regolamento, della gara di doppio, per atleti della stessa società o al massimo dello stesso comitato. Sono 128 le coppie iscritte per il torneo che come per il singolare vedrà gli atleti divisi in gironi all'italiana da 3 o 4 coppie partecipanti con il passaggio delle prime due classificate di ogni girone in un tabellone ad eliminazione diretta. Un’altra novità la porta la commissione sport disabili, che invierà 4 pongisti in carrozzina a Lignano, per disputare all’interno del Gran Premio alcune gare; in campo nella mattinata di sabato. E ancora dal regolamento, abolita la prova a squadre, ci sarà invece una speciale classifica per società, che premierà i migliori sodalizi con un sistema di punteggi ponderati assegnati in base ai risultati di ciascun partecipante. Saranno 26 i tavoli azzurri allestiti all’interno del Villagio Getur di Lignano Sabbiadoro (UD), 15 nella palestra sopra la Piscina Getur, ed altri 11, sei nella Sala Arancio e 5 nella Sala Azzurra all’interno del Palasport nel Villaggio. Sono undici le regioni che sfileranno al venerdì mattina per la cerimonia d’apertura, per un totale di 37 comitati in finale ed un’ottantina di società. Lombardia sicura protagonista con le sue 160 racchette (dei comitati di Vallecamonica, Milano, Brescia Como, Varese, Bergamo e Mantova ) seguita dai padroni di casa del Friuli (71) e dal Veneto (63). “Nonno” Giuseppe Carrer, bandiera del Tennistavolo Venezia , classe 1931, suderà ancora con la sua puntinata. Più di settanta primavere lo separano dalla più giovane racchetta del torneo, la piccola Alessia Ramazzini, 8 anni ad agosto, promessa della Pol. Gratacasolo. Sono molti i campioni nuovamente a Lignano per difendere il titolo conquistato lo scorso anno sempre al Getur di Lignano.

L’autore - Chi è Redazione

Settimanale d'informazione del Centro Sportivo Italiano Comitato di Ravenna

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. I campi contrassegnati sono obbligatori *

*

BIGTheme.net • Free Website Templates - Downlaod Full Themes