Home | Le staffette del CSI premiano il Triveneto

Le staffette del CSI premiano il Triveneto

GUBBIO (PG) – Il podio sulla Scalea del Palazzo dei Consoli in Piazza della Signoria a Gubbio ha salutato i 1500 finalisti della corsa campestre arancioblu. Piazza Grande vestita di sport a festa, nella domenica delle Palme ha celebrato con coppe, trofei e medaglie i campioni delle Staffette ciessine. La prima giornata di gare, al Teatro Romano, dedicata all’individuale, ha premiato nelle 18 categorie al via ben nove delle 15 regioni partecipanti. Il riepilogo delle 54 medaglie della giornata assegnate sabato, vede padrone assoluto il Veneto capace di far salire 19 runners sul podio, con 9 atleti vicentini, 6 bellunesi, 3 trevigiani ed un veronese. La Lombardia conquista 14 medaglie, sommando le 6 lecchesi, alle 3 di Sondrio, alle 2 di Como, e a quelle ottenute singolarmente da Milano, Lodi e Mantova. Il Trentino vede 9 atleti a medaglia, mentre il Friuli 6, tutti udinesi. Due gli atleti reggiani sul podio per l’Emilia Romagna. Una medaglia, e d’oro, per Lazio, Molise e Toscana. Un bronzo anche all’ Umbria. Il tradizionale “Staffettone delle Regioni” CSI ha in chiusura del 13° Gp nazionale registrato una partecipazione record. Sulle strade dei Ceri, sono stati 187 i quintetti regionali iscritti, di cui 82 nella categorie assoluta (atleti dai 16 anni in su) e 106 nella categoria giovanile (dai 9 ai 16 anni). Più di 900 podisti in gara a passarsi il testimone dopo ogni giro da percorrere tra i vicoli eugubini, con discese alternate a salite e pochissimi tratti pianeggianti. Si danno la mano al cambio sotto lo sguardo del Campanone famoso in tutto il mondo per scandire il ritmo della Festa dei Ceri. La manifestazione umbra si è chiusa con l’esibizione dei celeberrimi Sbandieratori di Gubbio che per l’occasione hanno lanciato al cielo, in segno di amicizia con il CSI, la bandiera arancioblu dell’associazione sportiva di ispirazione cristiana e con le premiazioni delle migliori società. La classifica generale, che somma i punteggi delle migliori 7 categorie per squadra ha visto il successo della Pol. Dueville Vicenza, per la felicità del responsabile tecnico del settore atletica della polisportiva, Gianni Faccin. “A Gubbio abbiamo celebrato degnamente la nostra decima partecipazione al GP nazionale Csi – ha detto soddisfatto il dirigente vicentino – da cinque anni esiste la classifica generale e ci mancava in bacheca il primo posto in questa specialissima graduatoria”. I berici hanno messo dietro di loro due fra gli storici sodalizi lariani del cross ciessino, e cioé le due lecchesi Cortenova seconda e Virtus Calco terza. Lo Staffettone ha premiato negli assoluti i maschi di Trento A e tra le donne Udine A. Esultano sul podio i due quintetti. Prima quello trentino formato da Premstaller, Stefan e Manfred, della 5 Stelle Seregnano, con Chincarini del Villagnedo, l’altotesino Michael Solderer e dal nonese Alex Cavallar della USAM Baitona. Quindi l’applauso tocca alle cinque friulane Laura Ursella, Vania Monticolo, Elena Cinca, Alessandra Lena, Erica Linossi. Le frazioni giovanili premiano invece altri quintetti, precisamente quelli di Feltre-Belluno e Trento, che si alternano, nei due sessi, nella vittoria dell’oro e dell’argento. Ribaltato il podio di un anno con Feltre-Belluno che sopravanza infatti Trento. I cinque veneti – con il tandem della Trichiana- La Piave 2000, Davide Isotton e Luca Moret, insieme a quello dell’Astra Andrea Noal – Roberto Fregoria, e a Valentino De Nardin (Agordina) – corrono più veloci dei trentini, e dei veronesi dell’Atletica Insieme. Viceversa nella giovanile femminile è predominio trentino con il comitato di Trento primo e terzo. Sul gradino più alto salgono le cinque frazioniste delle varie valli trentine: Desiré Bortolotti (Trilacum) Lara Rizzoli (Valdicambra) Vittoria Frate US Villazzano) Serena Galli (US Quercia) Margherita Rossi (5 stelle Seregnano). Argento alle cinque giovani di Belluno Feltre. Trento é anche terza con altre staffettiste. L’ultimo scatto è quello di Mons. Paganini, che con la bandiera arancio blu in mano augura a tutti i presenti Buona Pasqua.

L’autore - Chi è Redazione

Settimanale d'informazione del Centro Sportivo Italiano Comitato di Ravenna

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. I campi contrassegnati sono obbligatori *

*

BIGTheme.net • Free Website Templates - Downlaod Full Themes