Home | Sport a Ravenna | Matteucci: tornano i soldi alle società sportive

Matteucci: tornano i soldi alle società sportive

Il CSI e la Uisp, con il sindaco di Ravenna, Fabrizio Matteucci, hanno sottoscritto il “Patto per lo sport di tutti”, fortemente voluto dal CSI a cui ha aderito la Uisp, per dare maggiori garanzie, risorse e modalità operative allo sport di base, che, nel caso specifico di questi due grandi Enti di promozione, ha mosso nella stagione 2009/10 ben 16.502 soci affiliati (con una maggiore concentrazione nella fascia d’età compresa tra 0 e 20 anni e dai 31 ai 60 anni), 203 associazioni sportive impegnate in 54 discipline.

Il patto proposto dal CSI al Sindaco e da questi firmato, si esplicita in sei punti chiave, quelli su cui costruire lo sport di base del futuro:

1) un forte investimento sull’assessorato allo sport, che dia continuità di presenza, di lavoro e di programmi, e che diventi sempre più un interlocutore importante per lo sport locale;

2) l’irrobustimento della commissione comunale dello sport, ripristinata qualche mese fa e composta dai presidenti degli enti, che deve diventare strumento utile ed efficace per far crescere lo sport e affrontare le problematiche reali, e che deve diventare un momento di verifica e di proposte;

3) la condivisione dei criteri per l’assegnazione dei contributi e dei finanziamenti alle società sportive nonché dei criteri di assegnazione delle concessioni della gestione degli impianti sportivi;

4) un intervento concreto sull’impiantistica sportiva, alla luce di alcune situazioni particolari che riguardano certi impianti del territorio comunale;

5) l’erogazione di un contributo alle famiglie in difficoltà per consentire ai loro figli di praticare attività sportiva;

6) la creazione di uno sportello giuridico-fiscale pubblico gratuito per aiutare i dirigenti, nella stragrande maggioranza volontari non retribuiti, ad espletare tutte le funzioni burocratiche, amministrative e tecniche degli enti.

Il primo cittadino di Ravenna, nel sottoscrivere il patto, ha lanciato una sorta di settimo punto, garantendo ai progetti sportivi giovanili delle società aderenti agli enti di promozione e alle federazioni, e in generale lo sport di base il 10% del totale delle sponsorizzazioni, che verranno raccolte a sostegno della grande polisportiva (l’auspicio del sindaco è di veicolare dentro questa polisportiva nel primo anno un milione di euro di sponsorizzazione, che significherebbe 100.000 euro garantiti allo sport giovanile di base), con una quota minima di 50.000 euro, a prescindere dalla raccolta pubblicitaria.

La firma del patto è avvenuta all’interno di una serata pubblica, tenutasi la sera di giovedì 28 aprile, gratificata dalla presenza di un folto numero di partecipanti, tutti molto interessati e attenti, nella quale lo sport giovanile di base e gli enti hanno incassato altre rassicurazioni, in merito allo sportello gratuito unico, agli impianti sportivi (la costruzione di una nuova piscina è la priorità degli investimenti in termini di edilizia sportiva per il prossimo mandato) e all’erogazione di voucher per l’abbattimento delle quote di iscrizione dei bambini alle società sportive, che vadano a sostegno delle famiglie in difficoltà economiche. Il patto è stato poi sottoscritto da altri enti di promozione: Libertas, Acli, Aics ed Endas. Il Coni, presente alla serata nella persona del presidente provinciale Umberto Suprani, ha rivelato che in giugno, alla presenza del presidente nazionale Petrucci, verrà presentato in regione il libro bianco delle società sportive, un vero e proprio censimento del movimento sportivo nella nostra regione.

L’autore - Chi è Redazione

Settimanale d'informazione del Centro Sportivo Italiano Comitato di Ravenna

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. I campi contrassegnati sono obbligatori *

*

BIGTheme.net • Free Website Templates - Downlaod Full Themes