Home | Settimane Sociali, via al progetto ''Vivi l’Oratorio''

Settimane Sociali, via al progetto ''Vivi l’Oratorio''

REGGIO CALABRIA – Il 12 ottobre, presso la Sala San Luca a Reggio Calabria si è tenuto il convegno nazionale "Lo Sport è di casa nella Chiesa", momento molto significativo di sport e società nell'ambito della la 46ma Settimana Sociale dei Cattolici Italiani: la Cei ed il Csi insieme per la promozione dello sport in oratorio. Durante la serata è stato presentato il progetto polisportivo e giovanile "Oratorio cup", esperienza che coinvolge quasi 80 parrocchie e più di 3000 giovani della Diocesi Reggio Calabria – Bova. E' stato inoltre lanciato il progetto "Vivi l'oratorio" per la realizzazione in Calabria di 10 luoghi educativi, col marchio CSI. Erano presenti Mons. Angelo Casile, direttore dell’Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro della CEI e Don Mario Lusek, direttore dell'Ufficio nazionale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport della Cei. A seguito dei lavori si è svolta la Catholicus Cup che vedrà in campo una formazione dei sacerdoti diocesani di Reggio Calabria, una formazione del centro diocesano di Azione Cattolica e la squadra del San Luca Evangelista. «Un déjà vu: come un ritornello che ti suona in testa che sa di un feedback di antiche situazioni vissute. Che poi tanto antiche non sono: l’Oratorio come luogo di formazione per i cattolici di un tempo andato e di un tempo presente, l’oggi. – dichiara il presidente del Csi di Reggio Calabria Paolo Cicciù – L’Oratorio, il Csi: i progetti, le speranze per il futuro che si sono rivelate grandi successi per i nostri giovani che oggi ci investono di una grande attesa, quella delle famiglie, di non essere il solito marchio di “torneifici”, ma un ente di promozione per lo sport». Urge la necessità di sottolineare come nel bel mezzo dei lavori della 46a settimana sociale, è spuntato fuori questo termine “Oratorio” che per il centro sportivo rappresenta il vessillo dalla sua fondazione ad oggi. Durante la presentazione del progetto “Vivi L’oratorio”, la dottoressa Sabina Marra del Csi di Reggio Calabria ha evidenziato che «Il progetto “Vivi l’Oratorio” è un’intuizione che ha, dunque, delle radici profondissime, tanto meno quanto la storia democratica italiana, ma anche delle lungimiranze a lungo termine, tipiche di chi ha gli occhi della speranza nel futuro, gli stessi dei delegati giunti in riva allo Stretto per riflettere, vivere e pregare un agenda per il futuro del nostro Paese». Non è un caso per questo “mondo” ritrovarsi, a Reggio Calabria, durante dei giorni amaramente registrati alla cronaca per alcune sconcertanti notizie di cronaca nera riguardante l’incessante attività della criminalità organizzata sul territorio. Ma è necessario per tutti alzare dimostrare che da questa terra si può e si deve tirare fuori il massimo. L’Oratorio, come afferma Ornaghi, può essere il luogo in cui «accrescere le competenze politiche che oggi mancano, un posto in cui parlare di società e politica», oltre che uno spazio in cui i nostri giovani possano giocare e divertirsi liberamente. «Mens sana in corpore sana» ribadisce il Csi di Reggio Calabria riprendendo una famosa citazione latina. Perché la storia d’Italia ci insegna che le gymnasium vitae delle volte si nascondono dentro quei luoghi familiari (come le parrocchie), troppe volte snobbate dai guru della cultura imperante, ma che mantengono sempre vivo un barlume di luce nella mediocrità che, purtroppo, ci circonda. Il Presidente del Csi di Reggio Calabria Paolo Cicciù evidenza che «oggi troppi giovani sono stanchi, sfiduciati, disillusi, e cercano disperatamente un appiglio a cui aggrapparsi. L’oratorio può essere uno di quegli “appigli”, se riusciremo a restituirlo alla sua dimensione di luogo favorevole alla formazione integrale della persona, il che vuol dire formare ad ogni aspetto della vita sociale contemporanea e non solo ai principi basilari della fede. Non è possibile, perciò, che l’oratorio ignori quell’areopago della modernità rappresentato dallo sport, né la potenziale carica educativa dell’attività sportiva» Una via “d’uscita” per Paolo Cicciù consiste nel «promuovere e rispolverare la legge regionale sugli Oratori, n° 16 del 2001, che riconosce la funzione sociale svolta dalle comunità cristiane e dagli oratori parrocchiali nell’ambito del percorso formativo dei ragazzi, degli adolescenti e dei giovani. Il neo governatore Giuseppe Scopelliti, sempre attento alle politiche giovanili, che dovrebbe nel più breve tempo possibile rilanciare questa legge, per troppi anni accantonata e poco utilizzata. «Apriremo al più presto un tavolo con la Cei e la Regione Calabria per promuovere il progetto “Vivi l’oratorio” su tutto il territorio Calabrese. – conclude il presidente del Csi di Reggio Calabria – La Conferenza episcopale Italiana, grazie al contributo degli uffici sport e politiche sociali guidati sapientemente da Mons. Casile e da Mons. Lusek, è pronta a dare da subito risposte concrete alla ricerca del bene comune emersa durante i lavori della 46° Settimana Sociale dei Cattolici». Altro appuntamento assai importante è stato quello del 16 ottobre, penultimo giorno della "Settimana Sociale". In collaborazione con l'Ufficio sport e tempo libero CEI, l'Ufficio problemi sociali e del lavoro CEI, la Consulta di Pastorale Giovanile della Diocesi Reggio – Bova, piazza Duomo è diventato uno stadio all'aperto. L'evento mirava a promuovere lo sport per tutti: durante la giornata sono stati tantissimi gli ospiti e i testimonial nazionali che hanno passeggiato per il villaggio Csi.

L’autore - Chi è Redazione

Settimanale d'informazione del Centro Sportivo Italiano Comitato di Ravenna

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. I campi contrassegnati sono obbligatori *

*

BIGTheme.net • Free Website Templates - Downlaod Full Themes