Home | CSI in Italia | «Sono sportivo, tifo positivo»: 44 ragazzi a San Siro
«Sono sportivo, tifo positivo»: 44 ragazzi a San Siro

«Sono sportivo, tifo positivo»: 44 ragazzi a San Siro

Hanno vissuto un’esperienza indimenticabile i 44 ragazzi che domenica 26 ottobre hanno assistito alla partita di Serie A tra Milan e Fiorentina allo stadio “Giuseppe Meazza” di Milano. L’iniziativa organizzata dal CSI di Teramo rientra nel progetto “Sono sportivo, tifo positivo!”, voluto dal comitato provinciale per accostare i più giovani ai valori sani dello sport attraverso una serie di attività che hanno come fine l’educazione alla cultura sportiva. I ragazzi e i relativi accompagnatori protagonisti della giornata milanese provengono da realtà parrocchiali del territorio affiliate al Centro Sportivo Italiano: il Movimento in direzione cristiana, di Paolantonio di Sant’Egidio alla Vibrata; Le 10 stelle di San Lorenzo, di Cellino Attanasio; il circolo parrocchiale Arcobaleno del quartiere teramano di Colleparco.

Durante il viaggio in pullman verso Milano i bambini hanno partecipato ad una vera e propria “lezione” di tifo a cura della responsabile del progetto educativo, Monica Foglia. Sono stati mostrati alcuni video in cui importanti testimonial parlano delle conseguenze della violenza dentro e fuori dagli stadi. I ragazzi hanno seguito con grande attenzione le testimonianze riportate, dimostrando poi nella pratica di aver assimilato i principi del tifo positivo. Sugli spalti dello stadio di San Siro, durante Milan-Fiorentina, la colorata delegazione del Csi di Teramo ha incitato i propri beniamini rendendosi protagonisti di un tifo sano, pulito, gioioso, senza deviazioni verso atteggiamenti offensivi o violenti nei confronti di giocatori e tifosi avversari.

«Con questo progetto – dichiara il presidente del Centro sportivo italiano di Teramo, Angelo De Marcellis – vogliamo testimoniare i valori positivi dello sport come il rispetto delle regole e dell’avversario, l’accettazione della sconfitta, la condivisione, l’aggregazione, l’accoglienza, la socializzazione. L’intento di questa iniziativa è quello di combattere e condannare episodi sgradevoli, violenti e di razzismo a cui troppo spesso si assiste durante gli incontri calcistici, promuovendo una cultura del tifo e dello sport per consentire alle famiglie di trascorre ore piacevoli in luoghi più idonei e sicuri».

Un messaggio di rispetto estremamente attuale visti gli episodi di violenza che, negli ultimi tempi, hanno turbato le manifestazioni sportive a livello nazionale e locale. Il progetto «Sono sportivo, tifo positivo!» si sviluppa periodicamente anche con la presenza di gruppi di ragazzi delle associazioni sportive del Csi allo stadio “Bonolis”, durante le partite del Teramo Calcio.

Fonte: Il Tempo

L’autore - Chi è Redazione

Settimanale d'informazione del Centro Sportivo Italiano Comitato di Ravenna

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. I campi contrassegnati sono obbligatori *

*

BIGTheme.net • Free Website Templates - Downlaod Full Themes