Home | Su tutti i campi CSI un minuto di silenzio

Su tutti i campi CSI un minuto di silenzio

RAVENNA – Fino a tuttodomani, domenica 6 aprile, il mondo sportivo si ferma per rispettare un minuto di silenzio in memoria di Massimo Ranzani, 37 anni, tenente del 5° reggimento degli Alpini di stanza a Vipiteno, morto a bordo di un mezzo Lince nell’attentato avvenuto ad opera dei mujaheddin a 25 chilometri a nord di Shindand, nell'ovest dell'Afghanistan, al rientro da un'operazione di assistenza medica alla popolazione locale. Massimo Ranzani abitava a Santa Maria Maddalena, nel comune di Occhiobello in provincia di Rovigo ma al confine con la città di Ferrara, dove aveva la residenza con i genitori. Il CSI, nell’esprimere tutta la propria vicinanza alla famiglia del tenente Ranzani, ai suoi commilitoni feriti e a tutto il contingente Isaf di stanza in Afghanistan, aderisce alla decisione del Presidente delCONI, Gianni Petrucci, di onorare la memoria di questo e di tutti i caduti italiani in missione di pace all’estero. Pertanto, nelle gare CSI si rispetterà un minuto di silenzio e raccoglimento prima dell’inizio della partita.

L’autore - Chi è Redazione

Settimanale d'informazione del Centro Sportivo Italiano Comitato di Ravenna

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. I campi contrassegnati sono obbligatori *

*

BIGTheme.net • Free Website Templates - Downlaod Full Themes