Tracce di sport…chiude il primo set

Sta volgendo a conclusione il primo itinerario di Tracce di Sport, viaggio in Italia di ricerca e comunicazione, nato su iniziativa di Elena Donaggio (ricercatore IRS) e Andrea Zorzi (ex-pallavolista e giornalista) con l’obiettivo di guardare allo sport dalla duplice prospettiva del ricercatore e dello sportivo. Tracce di sport ha attraversato le regioni meridionali fino alla capitale, passando da Cagliari a Siracusa, da Reggio Calabria a Matera, poi a Lecce e a Barletta ed ancora a Salerno, Napoli, Campobasso, quindi a Teramo. Il primo viaggio della seconda edizione di questa iniziativa si conclude a Frosinone oggi, venerdì 3 giugno, con successivo traguardo a Roma al Foro Italico. “Felicissimo di questa seconda edizione, anche sul piano della ricerca – la viva voce dell’amico “Zorro” nel raccontare quest’avventura – La collaborazione con il Csi è stata fondamentale e davvero fruttifera, in ogni città dove siamo stati accolti. Un ente presente così capillarmente sul territorio ci ha facilitato il compito nelle scuole e con le istituzioni. Ovunque questo format, composto da racconto di esperienze, spesso in modo divertente e confidenziale, ha riscontrato una piacevole attenzione da parte degli studenti. Molti dei quali, ad esempio gli under 20 , non avevano mai visto giocare quella famosa generazione di fenomeni dell’Italvolley di Velasco, di cui facevo parte. C’è molto da fare in fatto di cultura sportiva, questo è apparso chiaro in ognuno degli incontri – discussioni – informazioni su cui Tracce di sport ha basato la sua ricerca. E il Csi può aiutarci moltissimo. Il corpo e la competizione, il doping, questi sono alcuni degli elementi ricorrenti in questo viaggio promozionale che ha percorso un lungo tratto e che da ottobre si affaccerà nelle regioni del Nord Italia”.

L’idea alla base del tour é dare voce e far conoscere una faccia dello sport che spesso non appare, di raccontare i diversi volti e le diverse sfumature che caratterizzano questo universo, raccogliendo “sul campo” e dalla voce dei protagonisti le storie delle persone e dei luoghi che lo compongono. Una ricerca sulle tracce dei grandi campioni, delle storie di sport, delle tradizioni locali, degli spazi e dei progetti significativi. Il primo viaggio ha avuto principalmente valore esplorativo e ci ha permesso di costruirci una prima immagine di qual è lo stato di salute dello sport nel nostro paese. In generale, ciò che è emerso è che tutti ne parlano e moltissimi se ne occupano, ma spesso con finalità e intenzioni diverse. Quella che abbiamo visto è un’Italia a macchia di leopardo, con molte persone appassionate e competenti che hanno dato vita ad esperienze importanti ma che faticano a dialogare tra di loro ignorando talvolta l’esistenza gli uni degli altri. In tre punti Tracce di sport vuole: 1.incontrare i ragazzi delle scuole superiori; 2.sensibilizzare le istituzioni locali e discutere con loro delle potenzialità dello sport; 3.trovare e raccontare, nel 150° dell’Unità , i luoghi dello sport che hanno fatto l’Italia. L’iniziativa è stata sostenuta da IRS – Istituto per la Ricerca Sociale e da ICS – Istituto per il Credito Sportivo, Centro Sportivo Italiano ad oggi partners stabili del progetto, con il patrocinio del Coni e del Cip. Il viaggio ha trovato spazio su alcuni media nazionali: Rainews, Gazzetta dello Sport e Radio 24 hanno seguito il viaggio e vi hanno dedicato spazio ed attenzione.

About Redazione

Settimanale d'informazione del Centro Sportivo Italiano Comitato di Ravenna

Check Also

Assemblee: tante novità e riconferme in Emilia Romagna

Sono in corso le assemblee territoriali CSI nella nostra Regione per il rinnovo dei Consigli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *