Home | Attività Sportiva | Uefa, nuova crociata di Platini: “Stop a multiproprietà dei giocatori”
Uefa, nuova crociata di Platini: “Stop a multiproprietà dei giocatori”

Uefa, nuova crociata di Platini: “Stop a multiproprietà dei giocatori”

Stop alla gestione dei calciatori da parte di soggetti terzi. E’ la nuova battaglia annunciata da Michel Platini, presidente della Uefa, rivolgendosi ai ministri dello Sport dell’Unione Europea riuniti alla Farnesina per celebrare l’accordo di cooperazione tra Uefa e Commissione Europea, siglato la settimana scorsa a Bruxelles: “Non c’è spazio per il fenomeno della ‘third party ownership’ nello sport europeo, tutto questo è contro la dignità umana della ‘carta dei diritti fondamentalì dell’UE. E’ una pratica terribile: prima esisteva solo in America del Sud, adesso si sta espandendo attraverso l’Europa. Vi è quindi l’urgente necessità di agire e reagire”.

BENE IL FAIR PLAY FINANZIARIO – Dunque secondo Platini servono norme contro la gestione dei calciatori da parte di terze parti, per continuare “a mettere il calcio sulla strada giusta”, aggiunge l’ex numero 10 della Juventus. Rivolgendosi ai Ministri, il presidente della Uefa può sorridere osservando le conseguenze prodotte dall’implementazione dei regolamenti previsti dal Financial Fair Play: “Ognuno di noi deve rendersi conto di quanto ci siamo spinti lontano. Le perdite aggregate dei club europei, che nel 2011 avevano raggiunto 1,7 miliardi di euro, sono scese a 800 milioni nel 2013″, dice Platini, che aggiunge: “La cifra si è più che dimezzata nel giro di 2 anni. Il fair play finanziario si riassume in 2 frasi: ‘Dovete vivere con i vostri mezzi e ‘c’è una linea che non deve essere superata’”.

PATTO UEFA-UE – Platini conclude accogliendo con favore il nuovo patto Uefa-Ue firmato la settimana scorsa a Bruxelles, descrivendo l’accordo di cooperazione come “un passo avanti storico verso la polita dello sport europeo. In questi giorni e in questi tempi, lo sport tende a compiacersi. Non accontentiamoci. Lasciateci amare questo sport, lasciateci servirlo”.

DELRIO: “IN SINTONIA CON PLATINI” – “Durante la riunione abbiamo affrontato il tema relativo al mercato di professionisti legati a terze proprieta’. Un tema fortemente denunciato dal presidente della Uefa, Michel Platini”. Lo ha rivelato il sottosegretario con delega allo sport, Graziano Delrio, in merito ai fondi che detengono terze parti di cartellini di calciatori in tutto il mondo. “Siamo tutti concordi – ha spiegato Delrio nella conferenza stampa di chiusura alla riunione informale dei ministri dello sport alla Farnesina – che la proprietà finanziaria sui giocatori sia un tema al momento di poca trasparenza, che può portare conseguenze molto negative, anche etiche”. Delrio ha anche sottolineato che “l’Europa non è mai così unita come nel campo dello sport, per la vera convergenza di idee e opinioni che abbiamo osservato”.

Fonte: Repubblica.it

L’autore - Chi è Redazione

Settimanale d'informazione del Centro Sportivo Italiano Comitato di Ravenna

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. I campi contrassegnati sono obbligatori *

*

BIGTheme.net • Free Website Templates - Downlaod Full Themes